LIFE09/NAT/IT/000149
» Ovature di Bufo bufo

Dopo il periodo di stasi dell'autunno e inverno, le attività del centro di allevamento di anfibi e rettili, sono iniziate a pieno regime.


28 Febbraio 2016 | di Redazione lifeboscoincoronata

Dopo il periodo di stasi dell'autunno e inverno, le attività del centro di allevamento di anfibi e rettili, fervono già da qualche tempo.
Le vasche sono state monitorate e manutenute in modo da garantire la presenza di vegetazione e alghe necessari per accogliere le ovature degli anfibi e l'ottimale crescita dei girini prima del rilascio.

Già dagli inizi di febbraio, in concomitanza con le sessioni di monitoraggio faunistico sono stati individuati alcuni siti potenziali ove effettuare il prelievo delle prime ovature di rospo comune che, nella situazione controllata del centro, avranno una percentuale di schiusa e di successo molto elevata anche grazie all'assenza di predatori e al controllo costante delle condizioni ambientali.

I siti ove sono stati effettuati i primi prelievi sono stati localizzati in piccole lanche del torrente Cervaro nell'area SIC dove, a causa della prolungata e perdurante siccità, si prevedeva il completo prosciugamento con il risultato del fallimento della riproduzione dei rospi comuni.
Le attività di prelievo e rilascio nelle vasche hanno seguito il consueto protocollo, con accorgimenti sanitari per evitare qualsiasi danno alle ovature (prelievo delle ovature con guanti monouso), utilizzo di buste monouso per il trasporto, adeguamento delle temperature delle buste e del contenuto nell'acqua delle vasche e successivo svuotamento.
Anche quest'anno si prevede che entro la fine di maggio possano essere rilasciati circa 2000 girini di rospo comune in fase avanzata di metamorfosi nelle aree del parco e del sic maggiormente idonee alla specie.
Nel prossimo periodo, in base alla biologia delle specie, si provvederà al prelievo delle ovature di Raganella e Rospo smeraldino, specie obiettivo del progetto.



CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO: